Network File System


E' utilizzato per la condivisione di risorse (dischi) in ambiente UNIX. COnsta in una macchina server (quella che mette a disposizione le risorse) e una macchina client (quella che le utilizza).

Configurazione client

Consta dei seguenti passi:

  1. Creare la directory nella quale dovrÓ innestarsi il nuovo file system importato ("mount point")
  2. Per rendere il mounting "permanente" (effettuato in automatico ad ogni reboot):
# Device              Mountpoint   FStype   Options   Dump   Pass #
  barolo:/usr/common  /usr/common  nfs      rw        0      0
  1. Per montare "una tantum" la risorsa:
    mount barolo:/usr/common /usr/common
  2. Controllare i permessi sia sul file system esportato, sia sul mount-point.
  3. Nonostante non sia obbligatorio, Ŕ consigliato attivare la seguente riga nel file /etc/rc.conf (rendendo inutile quella di default in /etc/defaults/rc.conf)
    nfs_client_enable="YES" # This host is an NFS client (or NO).
    

Configurazione server

Consta dei seguenti passi:

  1. Editare il file /etc/exports aggiungendo una opportuna entry per il file system da esportare, ad esempio
#export point    options         exports to hosts#
/hd2/www         -maproot=root   barolo.polito.it
  1. Siccome NFS non Ŕ un sistema particolarmente sicuro, accertarsi di limitare l'accesso alle risorse abilitando solamente le macchine opportune nella configurazione del server
  2. Attivare la seguente riga nel file /etc/rc.conf (rendendo inutile quella di default in /etc/defaults/rc.conf)
    nfs_server_enable="YES" # This host is an NFS server (or NO).
    
  1. Se non si vuole far partire il daemon server "a mano", Ŕ necessario effettuare un reboot della macchina.